Home / 2013 / giugno
formats
Published on 28 giugno 2013, by in Peanuts.

  Vabbè, il sentore che gli utilizzatori di Twitter fossero un po’ speciali, in bene o in male, e culturalmente ricercati l’avevamo sempre avuto. Quando poi vieni a sapere che a teatro hanno pure i posti riservati capisci che non c’è proprio nulla da fare: alcuni social hanno una marcia in più. Arrivano infatti all’arena di Verona i ‘tweet seats‘: posti riservati a chi è disposto a raccontare in presa diretta sensazioni e commenti sugli spettacoli dell’opera lirica e/o del concerto

(leggi tutto…)

 
formats

Prepariamoci, perché ‘zoomare’ e ‘zooming’ saranno le parole d’ordine per tutti coloro che vorranno affacciarsi all’evoluzione della presentazione digitale. Basta parlare e presentare i nostri lavoro con l’antiquato PowerPoint: un nuovo programma sta per prenderne il posto e si chiama Prezi. Fondamentalmente crea anch’esso delle slide di presentazione a cui aggiunge la possibilità di zoomare avanti e indietro sui diversi elementi dando un’idea di profondità. Prezi permette di disporre tutti gli elementi che desideriamo mostrare in un unico grande spazio, come

(leggi tutto…)

 
formats

I più avveduti lo pronosticavano già da tempo, anzi, c’è forse da chiedersi se alcune predizioni non siano state esposte un po’ troppo frettolosamente. Comunque ci siamo. Siamo arrivati. Oggi è il giorno in cui smetteremo di parlare di mega e giga per passare ai tera. Era una previsione che i professori di informatica facevano già da un po’ di anni, forse addirittura troppo ottimisticamente. Ma partiamo dall’inizio. Mai sentito parlare di Flickr? Piccolo ripassino: inizialmente nato come strumento per

(leggi tutto…)

 
formats
Published on 26 giugno 2013, by in Hardweb.

  Dropbox è tra i modi più semplici per condividere con chi si vuole i propri file. Altro che chiavette usb, altro che cd masterizzati o dvd, altro che lunghe e-mail cariche di allegati: con dropbox vi scorderete presto di tutto questo e potrete condividere e archiviare direttamente on line tutto (o quasi) ciò che vorrete. Anzitutto una premessa: dropbox può essere installato su uno o più computer oppure può essere utilizzato direttamente tramite il vostro browser preferito. Nel primo

(leggi tutto…)

 
formats

    L’acquisto nell’aprile 2012 da parte di Facebook dell’applicazione per il fotoritocco per iPhone e, di recente, anche per cellulari Android, Instagram, comincia a dare i suoi frutti: da oggi infatti l’app ha introdotto anche i video tra le possibilità di condivisione e personalizzazione. Ha spiegato la novità il CEO della società, Kevin Systrom, illustrandone le caratteristiche e le risorse. Gli utenti hanno la possibilità di condividere fino a 15 secondi di video grazie a un apposito pulsante, inoltre,

(leggi tutto…)

 
formats
Published on 19 giugno 2013, by in ADWeb.

Come raccogliere le migliori idee on line per la vostra pubblicità. Vi sentite davvero creativi? Stanchi delle solite pubblicità e siete convinti che anche bendati sul ciglio di un vulcano sapreste fare meglio? Bene, è il momento di dimostrarlo! Esistono infatti alcuni portali in grado di mettervi direttamente in  contatto con le principali aziende del globo che chiedono una mano a voi. Sì, sì, è inutile che facciate finta di niente: proprio a VOI! Zooppa people-powered brand energy Zooppa è

(leggi tutto…)

 
formats

  Gli IDN (International Domain Name) sono gli indirizzi web visualizzati sulla barra degli indirizzi di un qualunque browser. Sono quindi quelle stringhe di testo che consentono di visualizzare l’indirizzo dei siti web utilizzando la lingua e il set di caratteri di origine.   La maggior parte dei nomi di dominio infatti è registrata con caratteri ASCII (quei caratteri cioè che vanno dalla A alla Z, da 0 a 9 e comprendono il trattino “-“). Tuttavia, le parole non inglesi

(leggi tutto…)

 
formats
Published on 4 giugno 2013, by in Peanuts.

Mentre il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni tocca vette mai raggiunte prima, oltrepassando il 40%, massimo storico assoluto, cioè il livello più alto dal primo trimestre del 1977 secondo i dati ISTAT, moltissimi di loro si rivolgono alla rete per un lavoro macjob: sottopagato, precario e non qualificato. Moltissimi sono i siti internet che promettono di far guadagnare scambiando ‘mi piace’ o commenti positivi su un dato prodotto o servizio, ma i lavoratori

(leggi tutto…)